Translate

martedì 15 febbraio 2011

Casa di Nina


Anni, secoli & millenni.

Le tue ricette di cucina

in minutissima calligrafia,

chiara, precisa, cerebrale

come un trattato di estetica crociana,

le ho conservate io,

che non so cucinare

e mi riservo ancora

di “cominciare a provare” sul serio,

tra non molto, chissà quando,

presto comunque … domani.


Anni, secoli & millenni.

Nella tua casa,

- 7 stanze al 7 piano

via Giuseppina Turrisi Colonna –

vive ora un’altra coppia

che stranamente ricalca

il modello di quella

che formasti tu

con lo zio.

Lui: bell’uomo, mite,

silenzioso,

disarmante nella sua signorilità;

tu: non bella, bruna, “piccolina”,

donna di carattere e cultura,

molto interessante,

archeologa, ma casalinga

perfetta - niente figli –

tranquillità, monotono

trantran delle giornate vuote

nella grande casa

dall’ordine maniacale

che terrorizzava me, tua nipote.

Ma se tu, ai tuoi tempi,

cercavi (invano) di nascondere

lo scettro del potere che impugnavi

saldamente

sotto un dolce sorriso,

alla”Melania Hamilton” per intenderci,

questa tua epigone del 2000

non se ne cura certo

e regna apertamente

sul tranquillo marito:

bionda, alta, psichiatra.


Anni, secoli & millenni.

La casa tace ancora,

ascolta forse

- che idea romantica! –

Ricorda gli “altri” giorni

appena dietro l’angolo del tempo:

gli “altri” odori, i sapori

dimenticati

- le ricette di cucina –

musiche, voci dalla strada

nelle mattine di sole d’inverno,

voci cantilenanti frutta &

verdura,

riparazioni audaci d’ogni cosa,

sapone e e e …

Finestre & lunghi balconi sul 195…

da cui lanciare

vecchi panieri nel vuoto

per acquisti & ricordi

ed osservare

da lontano, da molto lontano,

antiche scaglie di mare.

Nessun commento:

Posta un commento