Translate

lunedì 23 novembre 2009

In un mondo di carta: IX


Ascolta: non è che il prologo;

questo non è che il prologo.

Tempeste ed altri incanti

mi guidano alle isole

erranti, nel mar di viola.

Nel gran cerchio del tempo,

dove cadono i giorni,

batte rantolo sordo di telaio:

Cloto dipana attimi di sabbia,

di pietra, solitudine e corallo.

Con collane di uccelli nei capelli,

le terre del ricordo alla deriva,

esorcizzate, affascinata guardo.

Ma, intatto, Amore fugge

e. solo, scampa. Eternamente vive,

riflesso in uno specchio.




Nessun commento:

Posta un commento