Translate

giovedì 19 novembre 2009

Casa di nebbie ( da "Mille scenari possibili" - 2001)



E’,
degli scenari possibili,
il più improbabile & il più ingrato,
per me,
da ricordare
ma lo ricordo con lancinante gioia,
& stupore
Quando,
la notte,
con le tenebre,
cadono
- lunghissime -
le maniche della camicia di forza del disincanto,
& si attenuano
i rigori polizieschi del disamore.
Quando mi libero,
nel grande letto elastico che mi appartiene
interamente,
mi libero & libro
nel sonno-sogno,
dove fluttuo come una immensa crisalide
oltre i famosi portali
& oltre il dormi-veglia,
che, come un grosso gatto,
se ne sta lì accucciato, a sorvegliare …
Allora
Casa di nebbie
mi riappare in un’ alta alba invetriata:
estive nebbie lattiginose la circondano da ogni dove,
& salgo & scendo, in pantofole, tutte le sue scale,
& guardo & scruto, in camicia, da tutte le sue finestre.
Tu ancora dormi.
Sotto il copriletto bianco di mia nonna,
nel nostro ultimo letto-zattera
tu dormi,
dormi profondamente,
bruno & feroce,
& tutto tarlato dentro,
come il nostro amore,
come il nero mantello nell’armadio,
tarlato sotto la trama della pelle …
Dentro casa di nebbie,
ancora per poco,
ancora.

Nessun commento:

Posta un commento